Ode a Samo

Ode a Samo

Coloro che si sen­tono addosso
la pesante bron­zea mano della paura
si ten­gano pure il giogo della schia­vitù;
vuole virtù e corag­gio
la libertà.
Fu lei a dare le ali ad Icaro
(ché il mito nasconde un seme di verità);
e se è vero che cadde,
l’alato, e che fu sof­fo­cato
dal mare,
cadde però dall’alto del cielo,
e morì libero.
Se mai dovessi diven­tare
preda senza onore di un tiranno, pensa bene
a quanto sarà atroce la tua tomba.

(tra­du­zione di Sveva Tedeschi)

(Zakynthos 1792- Londra 1869)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...