I libri (e la bellezza)

C’è il famoso anedotto raccontato da Kandinsky: a un certo punto notò nel proprio studio un quadro che lo colpì moltissimo per l’originalità e l’espressività della sua forma. Subito dopo si rese conto che era un suo dipinto erroneamente appoggiato capovolto alla parete. Forse noi dobbiamo avere il coraggio di compiere consapevolmente un gesto simile. Capovolgere la tradizione di una certa attitudine introversa e schiuderci nuove ottiche e nuove prospettive. Senza perdere le radici.

da

Arti e Architettura, 1900/1968. Scultura, pittura, fotografia, design, cinema e architettura: un secolo di progetti creativi

a cura di Germano Celant, catalogo della mostra a Palazzo Ducale a Genova, tenutasi dal 2 ottobre 2004 al 13 febbraio 2005

51Jkhrev6xL._SX423_BO1,204,203,200_

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...